L’avvicinarsi della primavera già si sente nell’aria. Nessun periodo dell’anno è più adatto per prenderci cura del nostro benessere psico-fisico. E poiché le temperature sono più miti e le giornate diventano più lunghe non abbiamo più scuse: ogni occasione è buona per infilarsi le scarpette giuste e andare a camminare, possibilmente in mezzo al verde…

I suggerimenti per chi, dopo il letargo invernale, vorrà dedicarsi al piacere del camminare sono pochi e semplici: scegliere percorsi adatti alle proprie condizioni fisiche di partenza, utilizzare scarpe leggere da trekking o adatte al running in base al percorso scelto, un abbigliamento comodo e possibilmente una borsa a zaino leggera. Fare delle pause per godersi il paesaggio, osservare la natura intorno a noi, ascoltare i suoni del vento e delle foglie e inoltre per fare anche un po’ di stretching, soprattutto alle spalle, al collo e alla schiena dove più frequentemente si concentrano i primi segnali di stress.

Il ritmo della marcia deve essere possibilmente sostenuto ma sempre confortevole, per sentirsi bene. Si può andare più veloci o più lenti a seconda del proprio desiderio e delle proprie capacità fisiche, ma l’obiettivo è soprattutto quello di rilassarsi nella natura, in modo da approfittare di questo momento per concentrarsi solo sulle proprie sensazioni e non sulle prestazioni.

E tutte le volte che è possibile, quando non si è in compagnia o non si ha l’esigenza di ascoltare la musica preferita per rilassarci, dimentichiamoci il telefonino: non stare con la testa piegata e gli occhi bassi sullo schermo sarà un ottimo modo per mantenere una postura corretta e rilassarci completamente, respirando a pieni polmoni e integrandoci con la natura che ci circonda.