Il 2019 è stato l’anno del rilancio della merenda con pane e olio, un grande classico della cultura alimentare italiana, che è  stato al centro della campagna “Pane&Olio” promossa da ASSITOL (Associazione Italiana dell’Industria Olearia) e AIBI (Associazione Italiana Bakery Ingredients). Una merenda della tradizione a base di alimenti nutrienti e genuini come pane fresco e olio extra vergine di oliva, che si propone di tornare protagonista della nostra dieta quotidiana già nei primi mesi del 2020 quando è raccomandata una corretta alimentazione per disintossicarsi e tornare in forma.

Per ritrovare il benessere è inutile ed anzi dannoso saltare i pasti, perché il digiuno rallenta il metabolismo e la perdita di peso e inoltre priva il corpo di importanti nutrienti. Al contrario una dieta sana ed equilibrata prevede piccoli pasti più volte al giorno a base di alimenti semplici e naturali, in una parola: sani. Ed ecco allora che  l’accoppiata tra il pane fresco e un buon olio extra vergine d’oliva rappresenta una merenda ideale,  da proporre soprattutto ai bambini e agli studenti come spuntino tra pranzo e cena. Naturalmente è importante privilegiare pane fresco, meglio se artigianale e a base di farine integrali, da consumare anche leggermente scaldato in versione bruschetta e da irrorare con un generoso filo di olio extra vergine d’oliva di qualità, che è ricco di acidi grassi monoinsaturi e polifenoli, spolverando eventualmente con poco sale rigorosamente iodato.

Gli oli umbri si prestano particolarmente a condire il pane, per l’aroma spiccato e il gusto leggermente amaro e piccante al palato che caratterizzano la varietà autoctona di Moraiolo, sia monocultivar sia blendato prevalentemente con Leccino, Frantoio e San Felice.