Non è scontato sapere qual è il miglior modo per conservare le bottiglie di vino in cantina. Vanno inclinate, distese in orizzontale, in verticale con il collo su o a testa in giù? In un luogo oscuro? E a quale temperatura?

Partiamo proprio dalla temperatura ideale, che deve restare stabilmente tra i 10-12 gradi per i vini bianchi e 12-15 gradi per i vini rossi. Temperature troppo basse ostacolano la naturale evoluzione del vino e troppo alte ne accelerano il processo di deterioramento.

Altro elemento fondamentale è la luce, il nemico numero 1 del vino soprattutto se conservati in bottiglie in vetro chiaro. Tutti i vini, comprese le bollicine, vanno riposti in luoghi bui o comunque poco illuminati perché la luce, e ancor più l’esposizione diretta ai raggi solari, con il suo calore,  innesca processi ossidativi e accelera la degradazione del vino.

E passiamo alla corretta umidità che deve essere compresa tra il 70 e l’80%, in modo da  mantenere alla giusta idratazione la parte esterna del tappo. Un sughero secco rischierebbe infatti assorbire il liquido innescando il processo di ossidazione del vino. Un’alta percentuale di umidità garantisce una migliore maturazione del vino, anche se richiede una particolare attenzione alle etichette in carta.

In cantina sono da evitare anchedetersivi, vernici e altri elementi, come lo stesso cartone di imballo, caratterizzati da odori forti e particolare che potrebbero trasferirsi nelle bottiglie. 

Ma i dubbi maggiori riguardano sicuramente la posizione! E non è un fattore secondario nella conservazione di un vino, soprattutto se deve restare a lungo in cantina per invecchiare.

La posizione ottimale della bottiglia è leggermente inclinata o distesa in modo che il vino resti costantemente a contatto con il tappo: il sughero, infatti, deve restare sempre umido sia per aderire al collo della bottiglia e non far entrare ossigeno – che accorcerebbe la vita del nostro vino – sia per rimanere sempre elastico e facilitarne l’estrazione. Una minima inclinazione sull’ordine dei 5 gradi consentirà di far depositare sul fondo eventuali sedimenti.

Alla Cantina Perticaia di Montefalco (www.perticaia.it) personale specializzato è sempre disponibile a fornire assistenza per la scelta e informazioni dettagliate sulle migliori modalità di conservazione dei vini acquistati.