Se non se non siamo enologi, sommelier, giornalisti enogastronomici ed esperti del settore, come facciamo a scegliere in modo consapevole un vino? 

Non è una domanda scontata perché ad oggi, contrariamente a quanto avviene per gli altri prodotti alimentari, l’etichetta delle bottiglie di vino non è un vero strumento informativo e, al di fuori dal luogo di produzione, della gradazione alcolica e solo raramente di qualche possibile abbinamento, non riporta nessuna precisa indicazione su cosa contiene un vino e su come viene prodotto. 

Come può, quindi, il consumatore finale fare una scelta consapevole?

Sicuramente può informarsi tramite il web, dove le aziende comunicano in modo sempre più completo ed efficace i propri prodotti e anche il proprio modo di lavorare. Oppure si può partecipare a qualche fiera di settore. Ma è ormai risaputo che il miglior modo per raccogliere informazioni è l’esperienza diretta e la visita in cantina è una opportunità per conoscere un vino e la filosofia di un produttore, rendendo più completa e ricca la degustazione.

In Umbria numerose sono le cantine che organizzano visite e degustazioni guidate in occasione della vendemmia o di particolari eventi o, tramite prenotazione, durante tutto l’anno.

Le porte dell’azienda agraria Perticaia di Montefalco (www.perticaia.it) sono sempre aperte per accogliere coloro che hanno interesse a capire come nascono e come vengono prodotti i suoi prodotti. Chiunque durante l’anno può prenotare una visita dei vigneti e della cantina per poi completare il tour con una degustazione di vini abbinati a prodotti tipici umbri come formaggi e norcinerie. E per conoscere le altre cantine della Strada del Sagrantino vai su stradadelsagrantino.it