Che ripartenza sarebbe senza la musica? Siamo d’accordo e Perugia ha scelto anche la sua colonna sonora. Se infatti Umbria Jazz ha dovuto cancellare l’edizione 2020 per il Covid, la Fondazione Umbria Jazz non si è mai rassegnata, nemmeno nel periodo del lockdown, e ha continuato a credere che, nel rispetto delle norme di sicurezza disposte dalle autorità sanitarie e delle istituzioni, fosse comunque importante e doveroso ricominciare a fare musica. E così, archiviato il programma di luglio, ha organizzato una tre giorni musicale che per livello artistico è del tutto degna del marchio UJ.

L’evento, che si svolgerà dal 7 al 10 agosto nel cuore del centro storico di Perugia, in piazza IV Novembre, è dedicato esclusivamente al jazz italiano, che ormai da anni occupa un posto di rilievo nei cartelloni di Umbria Jazz. Questo, soprattutto per contribuire a rilanciare e sostenere il movimento del jazz tricolore che ha pagato un prezzo pesante all’epidemia con la forzata inattività. Il programma prevede 3 spettacoli al giorno (alle ore 19, alle ore 21,30 e alle ore 23,30 sabato 8 e domenica 9, alle 19,30, 22,00 e mezzanotte lunedì 10) 2 solo venerdì 7 agosto (alle ore 21,30 e alle 23,30).

Per il pubblico è importante sapere che, come previsto dalla normativa in materia di contrasto alla diffusione del coronavirus, nella piazza, recintata, vi saranno solo posti a sedere preassegnati e distanziati per una capienza complessiva di 350 persone contro 1.000  Verrà allestito un prefiltro all’altezza dell’incrocio di Corso Vannucci con Via Fani. I posti per gli spettatori sono divisi in 3 settori ciascuno con uno specifico orario di accesso. Il personale guiderà il pubblico nel mantenere un flusso distanziato ed ordinato sia in entrata che in uscita.I biglietti numerati si potranno prenotare solo online: nessun botteghino! 

Per informazioni https://www.umbriajazz.it/