Il Covid ha posticipato, ma non cancellato, l’edizione 2020 del Festival dei Due Mondi, l’evento internazionale di musica, arte e cultura che ha fatto conoscere al mondo la città di Spoleto, in Umbria.

Quest’anno il Festival, alla sua 63esima edizione, si svolgerà dal 20 al 23 e dal 27 al 30 agosto. Otto serate straordinarie in Piazza Duomo e al Teatro Romano, con artisti italiani di rilievo internazionale. Un’edizione speciale e dall’alto valore simbolico.

Il programma prevede opere, concerti, balletti, recital, pièce teatrali, insieme a rassegne di cinema, laboratori, convegni, incontri, premi, concorsi, eventi speciali, con uno sguardo attento anche all’arte contemporanea. Riccardo Muti, Luca Zingaretti, Isabella Ferrari e Monica Bellucci sono solo alcuni degli ospiti di questa edizione.

Fondato nel 1958 dal maestro compositore Gian Carlo Menotti con l’intenzione di creare un terreno di incontro fra la cultura americana e quella europea (da qui il nome del festival, definito, appunto, “dei due mondi”), il Festival dei Due Mondi ha ispirato anche lo Spoleto Festival USA di Charleston (Carolina del Sud).

Chi vorrà cogliere l’occasione per conoscere meglio, nei giorni del festival, questa splendida parte di Umbria, potrà prenotare una visita con degustazione nella Cantina Perticaia a Montefalco (www.perticaia.it), lungo la strada del Sagrantino, e deliziare il palato nella piazzetta o nella terrazza panoramica del Gallano Restaurant, o soggiornare in uno degli appartamenti del Castello di Gallano Resort (www.castellodigallano.com), nel comune di Valtopina, a meno di 40 km da Spoleto.